29 Aug 2018

Strategie di vendita nel settore della ristorazione: alcuni consigli

marketing aziendale Commenti (0)

 

Cosa prevede il menu del giorno? Oggi proponiamo un primo a base di crescita, con una spolverata di guadagni e fatturato. Per secondo, abbiamo un incremento di vendite e contorno di ottimo ROI. Il tutto è accompagnato da consigli e strategie della casa. Quale casa? Bvolution naturalmente!

Insomma, oggi parliamo proprio a te, imprenditore del campo della ristorazione. Tu che ti impegni ogni giorno per preparare gustosi manicaretti per i tuoi clienti, fermati e lasciati conquistare dalla nostra ricetta: quella pensata per incrementare le vendite nel settore della ristorazione.

Buona lettura!

Strategie di vendita nella ristorazione: i nostri consigli

Quante volte abbiamo visto chef improvvisarsi imprenditori, e viceversa. La verità è che per gestire un ristorante sono necessari diversi "ingredienti". Aver buone doti culinarie non è sufficiente, è necessario lavorare anche su altri aspetti: per esempio, è molto importante analizzare il target, comunicare la propria identità, lo "spirito" del ristorante e avere un preciso codice di servizio per gestire clienti e dipendenti. 

L'obiettivo è sempre e solo uno: conoscere bisogni e gusti del cliente, in modo da conquistarne il palato... e il cuore.

Come aumentare le vendite nel tuo ristorante? Alla conquista del cliente!

Ancor prima di applicare le tecniche di vendita, ogni ristorante dovrebbe puntare ad una conoscenza approfondita del cliente: è fondamentale analizzare e profilare il target, capire i suoi gusti, le abitudini e i bisogni.

Già dall'ingresso in ristorante, il cliente deve sentirsi accolto e coccolato. In questo processo, è fondamentale che tutto il personale di sala sia preparato e coordinato per fare vivere al cliente un'esperienza unica. La sfida iniziale è quella di superare le sue aspettative, farlo sentire a proprio agio fin da subito. Secondo una recente ricerca, i primi 90 secondi dal momento in cui il cliente riceve il menu sono fondamentali. 

FUORI IN 90 SECONDI: ecco come comportarsi!

Basta un minuto e mezzo per conquistare definitivamente la fiducia del cliente, o perderlo per sempre. Questo è il lasso di tempo fondamentale in cui il cameriere (quindi il ristoratore) ha maggiori possibilità di conquistare il cliente. In questa fase, il consumatore è ancora indeciso sul suo ordine, e quindi il cameriere può lavorare per conquistare la sua fiducia e simpatia. 

Per esempio, in questo momento può domandare di più sui suoi gusti, eventuali intolleranze e proporre il piatto migliore in base alle sue risposte. Questo è il momento saliente per mettere in atto alcune tecniche di vendita.

Una di queste è rappresentata dal cross-selling. Ne hai mai sentito parlare? Si tratta di un a tecnica che prevede di proporre un alimento (o una bevanda) da accompagnare al piatto che il cliente ha già scelto. Hai presente quando al McDonald's ti chiedono se vuoi anche le patatine con il menu? Ecco, allo stesso modo in un ristorante si potrebbe proporre un particolare contorno da accompagnare ad un secondo piatto, tenendo sempre conto delle esigenze e dei gusti dell'ospite. 

Un altro suggerimento è quello di conoscere bene la carta dei vini, in modo da essere preparati su eventuali abbinamenti o, semplicemente, saper raccontare un vino: solitamente chi si reca in ristorante, soprattutto quelli di alto livello, ama il buon cibo e predilige vini di ottima qualità da accompagnare alle portate.

E durante il servizio? 

Quello è il momento clou per costruire una relazione con il cliente: non perderlo mai di vista, accertati che abbia sempre a disposizione la bevanda richiesta e che possa comunicare con te anche da lontano. Per esempio, se l'acqua è quasi finita il cameriere si dovrà avvicinare al tavolo e chiedere se ne gradiscono dell'altra. 

Questi sono solo dei piccoli accorgimenti da applicare nel tuo ristorante. Tu hai altre idee? Raccontaci quali sono le tecniche che usi nel tuo locale!