25 Jul 2018

3 tecniche di persuasione per convincere il tuo cliente ad acquistare

Consulenza aziendale Commenti (0)

Se sei arrivato fino al nostro articolo è perchè ti sei posto uno dei quesiti più importanti per il tuo business: come fare a convincere un cliente ad acquistare un prodotto o scegliere un servizio? Il segreto si nasconde in tecniche di persuasione semplici ed efficaci. Una volta apprese non dovrai fare altro che farle tue e utilizzarle ogni volta che ti rivolgi ai tuoi clienti.

Ma quali sono queste tecniche di vendita persuasiva di cui tanto si sente parlare? In questo articolo vogliamo parlarti dei 3 principi che permettono di sfruttare al meglio la persuasione per raggiungere gli obiettivi di vendita. 

Sei curioso di sapere quali sono? Allora continua a leggere!

Persuasione e business: una squadra perfetta

La persuasione in fase di vendita è una pratica che genera pareri contrastanti. Da un lato troviamo gli imprenditori che pensano di poter manipolare e controllare i comportamenti delle persone con poche e semplici parole. Dall'altro lato ci sono i consumatori che lo ritengono uno strumento subdolo e ingannevole e si preoccupano che qualcuno lo possa utilizzare per imporre acquisti e necessità. 

La realtà è che la vendita persuasiva è necessaria per ogni business... senza essere considerati criminali o menti diaboliche. In fondo i più grandi leader della storia hanno sfruttato la persuasione per influenzare e motivare le folle. Pensa a Gandhi, Mandela, Martin Luther King persone che hanno dedicato la propria vita a diventare un punto di riferimento per il popolo. 

Motivazione, influenza, persuasione, sono diverse sfumature che si riferiscono all'arte di convincere qualcuno a fare qualcosa. Se usata con responsabilità la persuasione può rivelarsi un valido alleato per le tue vendite. Vediamo quali sono le 3 tecniche di persuasione più utilizzate. 

1. Reciprocità: un cliente ben disposto è più propenso all'acquisto

La reciprocità è uno degli aspetti più importanti quando si parla di persuasione. Per natura, le persone si sentono in obbligo di ricambiare un favore ricevuto per bilanciare il rapporto che è stato sbilanciato dall'azione dell'altro. Ad esempio, quando ricevi un regalo l'istinto primario è quello di ricambiare con qualcosa di altrettanto gradito. 

Per questo motivo è bene trovarsi sempre in una posizione di vantaggio rispetto all'interlocutore. In genere questa tecnica persuasiva viene utilizzata in fase di acquisizione di nuovi clienti o contatti.

2. Scarsità: se l'offerta diminuisce, il desiderio aumenta

Ultimi posti disponibili.

Solo per oggi sconti al 70%.

Offerte speciali per i primi 10 clienti.

Hai mai letto questo frasi? Ammettilo, neanche tu sei riuscito a resistere alla tentazione! 

Quello che succede è che quando le persone si trovano davanti a un bene o servizio che sta per terminare il desiderio e l'urgenza d'acquisto diventa incontrollabile. La paura di perdere quell'occasione irrinunciabile spinge i consumatori a prendere decisioni in tempi brevi e questo aumenta il desiderio verso il prodotto o servizio. 

3. Coerenza: dopo aver perso una decisione è difficile cambiare idea

Il terzo principio di persuasione si basa sulla naturale tendenza a non contraddire le scelte prese in precedenza. Questo significa che una volta preso un impegno è molto difficile che le persone non lo rispetteranno. 

Per questo motivo diventa essenziale riuscire a ottenere l'approvazione da parte del cliente fin dai primi istanti. Una volta conquistato il suo sì sarà più semplice concludere la vendita in modo positivo.

Hai ancora qualche dubbio e vuoi saperne di più sulle tecniche di persuasione? Scarica la nostra mini guida e scopri come trovare il tuo consulente di fiducia in poche mosse! 

Scegliere il consulente aziendale